Tutte le cose che fai (o dovresti fare) sotto la doccia

A chi piace la mattina appena dopo la sveglia, a chi prima di mettersi a letto: il rituale della doccia è personalissimo e a volte varia in base alle stagioni, all’umore, alla giornata. Che vi piaccia il sapone o il docciaschiuma e che siate dalla parte della spugna oppure no, ci sono alcune azioni che tutti noi facciamo (o dovremmo fare) sotto la doccia per rigenerarci, prenderci cura di pelle e anima, rimodellare la silhouette e persino rimetterci in forma. Corpo tonico e pelle liscia? Ecco come.

Prima della doccia

Il fango rassodante si applica su cosce, glutei e fianchi prima della doccia ed è utile per favorire l’eliminazione di accumuli adiposi, liquidi e tossine e per riattivare la microcircolazione cutanea. Anche la thalassoterapia (azione curativa del clima marino) è un ottimo trattamento per gestire gli inestetismi e rivitalizzare la pelle stimolando il microcircolo.

Depilazione prima della doccia? Applicate una crema qualche minuto prima di andare sotto il getto dell’acqua e, prima ancora, preparate la pelle con un peeling delicato (non uno scrub aggressivo perché irrita la pelle!) che elimina le cellule morte che si trovano in superficie.

Durante la doccia

Scrub, body brushing, guanti: tutti vogliono avere una pelle levigata! Ma sotto la doccia è importante anche scegliere il metodo più idoneo per avere una pelle liscia: le aree da depilare possono essere trattate anche con un epilatore elettrico o un rasoio (se si ha poco tempo o si fanno trattamenti con luce pulsata), ricordando di mantenere una temperatura di circa 36 gradi dell’acqua in modo da ammorbidire gli strati più superficiali del derma.

Idromassaggio? Scegliete un getto dell’acqua modulabile da direzionare in base alle zone.

Dopo la doccia

Applicate un balsamo anticellulite con un massaggio energico a pelle ancora bagnata e, se vi siete depilate, abbondate con la crema idratante o l’olio di jojoba, di mandorle dolci o avocado ma evitate l’esposizione al sole o l’applicazione di profumo, perché la pelle si trova  proprio nel suo momento più delicato. Evitate di strofinare il panno con cui vi asciugate ma tamponate la cute con cura.

Condividi