Bagno con mobilio in legno

Il legno, materiale di grande fascino per i mobili del bagno

Oggi come in passato, la stragrande maggioranza dei mobili è fatta di legno; certo, in epoche relativamente recenti hanno preso piede materiali sintetici per finiture come il melaminico o il laccato, e l’utilizzo dell’impiallacciato al posto del legno massiccio, ma si può comunque affermare che questo materiale di origine vegetale rappresenti tuttora l’anima dei mobili dell’intera casa.

Con un’eccezione: il bagno. Molto spesso in questo ambiente si incontrano mobili e complementi in cui a dominare sono ad esempio il metallo e i materiali plastici, considerati più durevoli in ambienti come questi in cui l’umidità potrebbe alla lunga danneggiare il legno ordinario.

Eppure, negli ultimi tempi, non solo il legno sta diventando sempre più centrale a livello di progettazione del bagno, ma si tende a esaltarne la presenza lasciandolo piacevolmente “a vista”. Naturalmente si tratta di materiali molto particolari: per fare in modo che i mobili del bagno fatti di legno durino a lungo nel tempo, vengono selezionate le essenze più resistenti che vengono sottoposte ad appositi trattamenti contro l’umidità tali da mantenerle belle e inalterate a lungo nel tempo.

Quali sono i vantaggi legati alla scelta di un arredo bagno di questo tipo? Senz’altro a livello estetico questa stanza della casa ha tutto da guadagnare: il legno, con la sua texture caratteristica, ispira un senso di naturalità, benessere e calore, ideali quando si desidera che il bagno non sia solo funzionale ma anche molto accogliente.

Facile da pulire, purché si utilizzino detergenti delicati e adatti allo scopo, il legno nei mobili del bagno è una scelta conveniente anche dal punto di vista ambientale, in quanto si tratta di un materiale rinnovabile ed ecologico. Meglio di così!

Condividi