Box doccia, cosa sapere prima di sceglierlo

All’interno di ogni stanza da bagno c’è una doccia e dietro a ogni doccia c’è una scelta: e voi come avete scelto la vostra doccia? Se state ristrutturando o costruendo la casa dei vostri sogni e non avete ancora pensato a quali elementi introdurre nel bagno allora questa piccola guida sulla scelta della doccia fa al caso vostro. Estetica o funzionalità? Scopriamo insieme se è possibile non rinunciare a nulla e acquistare il prodotto più adatto alle esigenze della vostra famiglia.

Dimensioni: grande o piccola? Un problema che riguarda lo spazio e il gusto personale

Non tutti i bagni sono abbastanza ampi da consentire l’installazione di una doccia grande, ma questo non è necessariamente un problema: togliere il bidet o eliminare spazio utile per gli arredi per avere una doccia grande non è una buona idea. La doccia ampia che abbiamo visto nell’albergo delle vacanze è una bella comodità, ma se le sue dimensioni saranno più contenute non sarà un problema se il bagno ne guadagnerà in funzionalità.

Dimensioni: quanto sono alte le persone che utilizzeranno la doccia?

Sembra una banalità, eppure questa caratteristica è molto importante quando si acquista una doccia: se in casa vive una persona alta 190 cm non si potrà certo acquistare un modello con profilo di 185 cm.

Utilizzo: in famiglia ci sono bambini, disabili o anziani?

In altre occasioni abbiamo parlato di bagno per tutti e anche stavolta ci troviamo di fronte a questo dettaglio molto importante: anche la scelta della doccia dovrà tenere conto di questo particolare, sicuramente optando per un prodotto con vetro temperato di sicurezza.

Utilizzo: il box doccia viene utilizzato ogni giorno? quante volte?

Più volte verrà utilizzata, infatti, e più volte andrà pulita. Questo significa che è sempre meglio evitare un prodotto poco pratico da pulire, a meno che non si tratti della doccia per la casa al mare o per il terzo bagno. La pulizia, oltre a essere importante per l’igiene, è fondamentale anche per la durata nel tempo della vostra doccia.

Allo stesso modo il vetro satinato, invece del vetro trasparente, sarà una buona idea se all’interno della doccia ci piace avere molti prodotti e non sempre regna l’ordine.

Design: chiaro o scuro?

Coscienti del fatto che i colori scuri evidenziano le macchie di calcare e richiedono una pulizia più accurata, ognuno può manifestare il suo gusto personale nella scelta del box doccia. In generale, soprattutto per le piastrelle del rivestimento della zona doccia, è meglio evitare le passioni momentanee in fatto di estetica e scegliere un colore che non ci stancherà.

Quindi, qual è il box doccia giusto?

Un prodotto di qualità, sicuramente, senza difetti estetici e strutturali. Troverete il box doccia giusto scegliendo un modello adatto alle dimensioni del bagno (ante scorrevoli o a battente?), con un prezzo idoneo al budget ma sempre in linea con la qualità, semplice da utilizzare e da pulire. Facile, no?!

Condividi