Sanitari sospesi si o no?

Una delle decisioni più importanti da prendere quando si è in fase di ristrutturazione o di costruzione di un bagno riguarda la scelta dei sanitari: negli ultimi anni ci si è concentrati con grande attenzione su questo componente soprattutto per la doppia scelta che riguarda l’installazione sospesa oppure quella tradizionale. Insomma, per la vostra nuova casa metterete i sanitari sospesi si oppure no?

Per alcuni è solo una moda passeggera mentre per altri si tratta davvero della soluzione ottimale per disporre di un prodotto di grande qualità e innovativo. Parlando di sanitari sospesi, però, bisogna considerare i vantaggi e i limiti dell’installazione oltre che i modelli presenti sul mercato.

wc

Consideriamo i pro di questa moderna scelta di stile:

la pavimentazione è più “ordinata”, risulta continua e completa e perciò la superficie viene valorizzata senza interrompere i motivi grafici;

– lo spazio sembra più ampio: la mancanza di interruzioni visive fa percepire il pavimento libero e quindi una prospettiva spaziale più spaziosa;

– la base del sanitario non poggia più sul pavimento e perciò la pulizia risulta più semplice: lo straccio passa agevolmente e anche i sanitari sono più veloci da igienizzare grazie alla mancanza del silicone utilizzato per fissare la base al pavimento;

– gli scarichi delle acque nere sono soltanto a parete, il che significa che in caso di ristrutturazione si dispone delle pendenze per raggiungere le colonne di scarico;

– ultimo, ma non ultimo, con i sanitari sospesi si guadagnano di centimetri preziosi tra muro e apparecchio, utili soprattutto quando il bagno è stretto.

Tra i contro di questa scelta, invece, non possiamo dimenticare lo spessore della parete: per poter procedere in questo senso è necessario avere 10 cm di parete in modo da poter installare i sanitari sospesi. Opterai per i sanitari sospesi nel tuo bagno? Pensi che sia una questione di moda ed estetica o anche di igiene e praticità? Aspettiamo i tuoi commenti!

Condividi

One comment

Comments are closed.