Animali domestici? Ecco il bagno a prova di gatto-cane

Qualche mese fa abbiamo parlato di come organizzare la stanza da bagno quando si attende un bambino, quindi oggi siamo pronti a raccontarvi come fare se il nuovo arrivato non è un bebè ma un dolce animale domestico. State pensando di prendere un cane o un gatto? Allora siete nel posto giusto!

Big ginger cat lying in a white sink

Se il vostro cuore è pronto ad accogliere un animale domestico allora anche la vostra casa dovrà esserlo! Il nuovo arrivato avrà bisogno di sentirsi accolto tra le mura di casa e per questo sarà utile mettere in atto alcune piccolo accortezze: proteggere il balcone, ad esempio, controllare che non ci siano mobili barcollanti, anche, ma soprattutto fare attenzione a non lasciare detergenti o repellenti in giro, soprattutto in cucina e in bagno, che i nuovi piccoli amici potrebbero rovesciare e ingerire.

A proposito del bagno, evitate di lasciare la vasca piena d’acqua perché, se incustodita, potrebbe diventare un luogo pericoloso per il gatto che potrebbe cadere al suo interno e non essere più capace di uscire a causa della superficie scivolosa. Stessa attenzione anche per il water e per la lavatrice: chi possiede gatti sa bene quanto loro amino infilarsi nel cestello se lo sportello viene lasciato aperto, quindi vi consigliamo di controllare sempre l’oblò prima di avviare il lavaggio. Se il gatto va nel cesto della biancheria, invece, non c’è nessun pericolo!

Parlando di gatti vi ricordiamo anche di fare attenzione a candeggina e detersivi: i piccoli amici a quattro zampe sono attirati dal profumo di questi componenti e potrebbero leccare il tappo oppure bere il liquido dalle bacinelle lasciate incustodite. Se lo spazio lo consente sarebbe bello poter avere una zona dove spazzolare il proprio animale domestico e un’altra zona dove collocare una toilette, se parliamo di gatti.

Condividi